Passeggiata in punta in piedi nella penombra del museo Magritte … Il surrealismo, si legge sui muri scuri, consiste nell’allontanare lo spirito del “déjà vu” e nel ricercare il “non ancora visto”.

Nella casa di Nazareth, appare allora la manifestazione surrealista del Verbo. Fare lectio di parole ripetitive (cfr. Qo 1, 8) e comprendere il Verbo a mente libera (cfr. 1 Gv 1, 1).

Prendere la Parabola a cuore aperto, senza analisi, con amore. Conoscenza immediata del Reale.

San Giuseppe, maestro incontestabile del surrealismo.

All’inizio del libro della Genesi, Noè è dichiarato giusto (cfr. Gn 6, 9) per avere fatto ciò che era necessario per il mondo nuovo. Ha portato a termine il compito monumentale di nutrire tutte le specie animali della Terra durante il loro soggiorno nell’arca senza che si sappia come ha fatto.

Nella Genesi, ancora, Giuseppe è giusto (cfr. Gn 41, 39) per aver nutrito un intero popolo e salvato i figli della Promessa. Anche questa opera fu considerevole: “ Giuseppe immagazzinò del grano come la sabbia del mare” (Gn 41, 49).

San Giuseppe è giusto (cfr. Mt 1, 19) per un’opera ancora più grande. Fu il padre che nutrì il pane vivente e ancora oggi egli interviene nei bisogni della Chiesa senza che si sappia come fa.

Sotto la sua vigilanza, i figli di Dio ricevono ogni giorno il Pane quotidiano.

San Giuseppe, modello dei sacerdoti, rinnova il nostro amore per l’eucaristia.

San Giuseppe è nel cuore del più grande e più bel mistero: la Santa Trinità.
Infatti, rivelando a Giuseppe che lo Spirito è all’opera nella maternità di Maria (Mt 1,20), l’angelo non si limita a nominare lo Spirito Santo: egli rivela a Giuseppe la persona e il ruolo dello Spirito. Giuseppe in quel momento incontra lo Spirito Santo nell’opera della maternità divina. Certamente, questa esperienza dello Spirito non è immediata, come fu quella di Maria al momento dell’Annunciazione, ma è stata data a Giuseppe l’opportunità di riconoscere e accogliere l’opera dello Spirito in Maria. Da allora, Giuseppe ricevette insieme il Figlio e il Padre, secondo quanto il Signore insegna, “chi accoglie me, accoglie colui che mi ha mandato” (Mt 10,40).

San Giuseppe facci entrare nel mistero della Santa Trinità, accoglici nella tua casa a Nazaret!

Famille de Saint Joseph
Top
Suivez nous :