Maria Maddalena ha toccato molto: la carne, Gesù, il legno della Croce, la pietra tombale e, infine, il risuscitato, cioè la carne glorificata e la luce. Ma un no la trattenne: “Non mi toccare” (Gv 20, 17). Precedentemente, Gesù, in circostanze giudicate scandalose, non l’aveva respinta (cfr. Lc 7, 38). Perché respingerla quando sta per toccare l’essenziale? San Giuseppe stesso non toccò Gesù?

San Giuseppe, lo sappiamo, non si è mai appropriato di nulla, nemmeno di sua moglie: egli si compiacque di avere come sola iniziativa l’accoglienza del dono di Dio (cfr. Mt 1, 20). Sia che prendesse la mano della Vergine o la spalla del Bambino, Giuseppe si era lasciato toccare dalla grazia. Toccato dalla luce, toccava in loro la carne in stato di grazia, la luce stessa.

Mentre Maria Maddalena pensava a preparare il Giorno nuovo, Giuseppe affidava alla Stella del mattino il suo cuore che l’Aurora purifica.