Si ammette facilmente che Giuseppe è silenzioso: non lo si sente. Ma si rimarca meno che neanche lo si vede. Anche amandolo e pregandolo, si fa fatica a riconoscere la sua presenza e la sua azione. Questo soltanto perché è discreto?

La sua santità non deve essere trascurata. È la più grande, dopo quella della Vergine Maria. È dire quanto il suo cuore sia puro e quanto la sua autorità sia grande sul Nemico. È dire che san Giuseppe vale più di noi e di tutti gli altri santi. È dire quanto è diverso da noi … Le persone che conosciamo meno, sono anche le più invisibili.

Ecco perché il cammino più corto per vedere san Giuseppe è quello del confessionale. Distruggendo il peccato, Gesù Cristo rinnova in noi la sorprendente santità di Dio. Questa luce rivela ai nostri occhi stupiti il mondo reale: Giuseppe che ci protegge con il suo bastone da pastore, Gesù che ci porta sulle sue spalle.