Spontaneamente avrei la tendenza a pensare (con una punta di nostalgia) : « Come era bella e luminosa la tua vita, San Giuseppe, tutta al servizio di Gesù e di Maria ! La mia, invece, è segnata dalla tristezza della mia mediocrità e da un grigiore quotidiano senza importanza nè novità… ».

Ed ecco che mormori nel mio cuore la parola di Gesù : « Tutto quello che avete fatto ad uno dei più piccoli di questi miei fratelli, l’avete fatto a me (Mt 25, 40).

Dunque dipende solo da me rendere la mia vita simile alla tua: mi basta riconoscere Gesù in ognuno dei fratelli e sorelle con cui cammino, e di illuminare il nostro quotidiano col sole della Carità.