Boutique

Plus de 500 titres

Carterie

Artisanat monastique

Pensiero 94

Attendere un bambino è sicuramente qualcosa. Lo si percepisce, lo si avverte, forse lo si teme, il più sovente lo si immagina, perché, in verità, non si sa chi lui sia. Il piccolo non si lascia trarre in inganno, lui spontaneamente si sforza di riconoscere le attese dei genitori e di conformarvisi. Egli cresce, forgiato a questa immagine.

Come farebbero i genitori diversamente, non conoscendo colui che arriva? Come ci prepareremmo in altro modo al Natale se non immaginando un piccolo Gesù a nostra immagine, noi che non lo conosciamo?

L’Avvento di Maria e di Giuseppe fu molto diverso. In loro, il nascituro era atteso per ciò che è. Non che avessero goduto di qualche prescienza, ma essi conoscevano il cuore di Dio. La loro attesa era tutta attenzione a Dio che si rivela giorno per giorno.

Dunque, dire che san Giuseppe diede protezione alla Vergine incinta, è anche affermare che lui è nella miglior condizione per proteggere le nostre anime da ogni proiezione e da ogni desiderio di controllo su Dio: accogliamo con il cuore aperto colui che ci modella a sua immagine e a sua somiglianza.

Précédent

Suivant