Boutique

Plus de 500 titres

Carterie

Artisanat monastique

Pensiero 61

Il tempo pasquale ci porta a contemplare il collegio apostolico riunito intorno al Risuscitato. Il Maestro insegna come prima, come mai. Il loro cuore è ardente, il loro spirito si interroga. Preparandosi per l’ultima volta a misurare i cammini del mondo, essi contemplano l’amore e sono in comunione nello slancio incontenibile e nascente per edificare la Chiesa del Signore. Anche ora è difficile per loro comprendere cosa sia amare, tuttavia hanno provato che non sanno amare, che sono capaci di tradire l’amore, che non possono amare da soli. In Gesù risuscitato, essi discernono il volto amante del Padre. Adorano il Cuore aperto che li introduce all’amore del Padre. Così, amando ardentemente Gesù, ognuno di questi uomini ricevette un cuore di padre.

Nella celebrazione eucaristica, la Chiesa enumera con deferenza e affetto il collegio pasquale dei nostri padri costituito dagli apostoli e da quelli che lo Spirito unì a loro: Pietro e Paolo, Andrea, Giacomo e Giovanni, Tommaso, Giacomo e Filippo, Bartolomeo e Matteo, Simone e Giuda, Lino, Cleto, Clemente, Sisto, Cornelio … La Chiesa ricorda anche, citandolo per primo, che di tutti padri san Giuseppe è il più grande.

Précédent

Suivant