Boutique

Plus de 500 titres

Carterie

Artisanat monastique

Pensiero 58

Gesù tende ai suoi discepoli il grembiule del quale si è cinto per primo. Mettendosi al loro servizio, il Maestro comanda ai servitori di rimanere tali. Chiamarli “suoi amici” (Gv 15,15) non li libera dal loro impegno ma li consacra nell’opera di liberazione che lui compie.

Giuseppe in questo sevizio ha un posto particolare, lui che, per aver sempre preferito la volontà di Dio, non fu soltanto chiamato “amico” ma “padre”. Quindi, immaginiamo san Giuseppe inginocchiato davanti al piccolo Servitore per lavargli i piedi e le mani e la testa. Comprenderemo, così, anche che il santo patriarca partecipa vicino al Corpo del Cristo all’opera della risurrezione. Questo è il suo modo di essere eternamente in ginocchio ai piedi del Cristo.

Précédent

Suivant