Boutique

Plus de 500 titres

Carterie

Artisanat monastique

San Giuseppe, fidanzato

Il fidanzamento e la vita da giovane sposo di san Giuseppe sono segnati dalla rinuncia. Dio interviene e Giuseppe rimette a lui tutta la sua vita accogliendo Maria; e la sua vita, cioè tutto il progetto di vita che può avere con Maria, si fa servitore, per la più grande gloria di Dio.

Questa rinuncia e questo rimettere se stesso mi parlano più di ogni altra cosa nell’itinerario di san Giuseppe con Maria. Mi sembra importante, in questo periodo di fidanzamento, rimettermi al Signore, rimetterci al Signore. Vuole venire nelle nostre vite, nella nostra vita per santificarla. Per questo bisogna accoglierlo e ciò passa attraverso una rinuncia, la rinuncia al famoso “io”! (e forse anche a tutto un ideale che ci si può fare sulla propria vita). Accettare di accogliere Gesù durante il fidanzamento, significa accettare di entrare in una logica dell’amore, logica imprescindibile. C’è un modo di amarsi l’un l’altro che viene solo da Dio e, in verità, credo che sia l’unico modo di amarsi veramente. Il fidanzamento è il momento privilegiato di questa scoperta. Sì, l’amore si chiama Gesù e lui solo può condurci l’uno all’altra nella sua eternità.

Concretamente, la preghiera, la rinuncia (certamente non facile!), la confessione delle nostre rispettive miserie davanti a Gesù ci aiutano ad avanzare.

Éric

Précédent

Suivant