La sera dell’ultima Cena, San Pietro esclamò : « Non mi laverai i piedi ; no, mai! » (Gv 13, 8).
L’apostolo rifiuta la volontà del maestro. La sua reazione chiarisce che è difficile accettare le attenzioni di Gesù. Non che rifiutiamo il fatto che si occupi di noi, ma noi speriamo che lo farà a nostro modo e coi nostri tempi. Anche attraverso queste attenzioni, occorre provare l’umiliazione di dipendere totalmente da un altro.

Nella casa di Nazareth, San Giuseppe ebbe a vivere questa prova in modo più intenso, tanto che la volontà di Dio coincideva con ciò che gli veniva chiesto in ogni cosa. Si è mai sentito dire : « Mio Dio, tu non mi sarai sottomesso, mai » ? Buon servitore, San Giuseppe accoglie la volontà del suo Signore nel silenzio dell’obbedienza.

L’umile vita di San Giuseppe a Nazareth mostra cosa significa fare la volontà di Dio. Obbedire nel figlio è per Giuseppe comandare nel padre ; per Pietro, è essere servito dal maestro, per ognuno di noi è lasciare le nostre grandezze per enrare nella piccolezza di Dio. Attraversare questa lotta fa passare dalla porta sretta (cfr Mt 7, 13).

Write a comment:

Rispondi

Famille de Saint Joseph
Top ?
Suivez nous :